Lame Rosse – il Grand Canyon Italiano si trova nelle Marche

Non c’è bisogno di andare negli USA per ammirare splendidi canyon naturali. Non li troverete solo in Arizona ed oltre oceano. Siamo molto fortunati, infatti, a poter godere di questi spettacoli mozzafiato anche nella nostra bella regione, Le Marche.
Ormai lo sapete… Abbiamo un legame viscerale con la nostra terra, ed è per questo che riproponiamo le sue ricette e tradizioni. Ma abbiamo anche la passione del viaggio (vi ricordate quando vi abbiamo parlato delle nostre avventure in Irlanda o in giro per l’Europa?).
Ebbene, se e quando riusciamo ad unire le due cose siamo solo che contenti e pronti per partire!
E’ esattamente quello che succede quando nelle domeniche dove il meteo ci assiste. Ci si organizza, in pochi fedeli compagni di viaggio, e si parte.

Stavolta vi parliamo di quando, in una calda giornata, abbiamo scarpinato e scoperto la bellezza delle Lame Rosse.

Le Lame Rosse
Le Lame Rosse


Siamo partiti in 5, Carlo e Veronica, ovviamente. Accompagnati Letizia e Matteo, rispettivamente la sorella di Carlo con la sua dolce metà, e Paolo, il papà di Carlo. Con noi anche la vivace Roma, la cagnolina che da tre anni ormai anima le nostre giornate con i suoi dispetti e la sua goffaggine.
Ci dirigiamo verso il nostro amato lago di Fiastra, che già di per sé merita una sosta di una giornata intera, per chi ama rilassarsi tra acque di lago, sup, canoa. Lasciamo la macchina nei pressi della diga vicina al lago e da lì ci attrezziamo per la partenza.

Spiegarvi cosa sono di preciso le Lame Rosse, competerebbe di più ad un geologo, ma ci proviamo, con il gergo di semplici appassionati ed amanti di tutte le belle cose che la natura ci può offrire.
Le Lame Rosse sono un complesso di rocce che prendono il nome dal loro colore rossastro. Si trovano nel complesso dei Monti Sibillini, e possiamo dire che sono degli strati di roccia privi della loro parte superficiale in calcare, poiché erosa negli anni dagli agenti climatici. Così facendo possiamo vedere lo strato sottostante, a base ferrosa. Il calcare frutto dell’erosione lo troverete alla base di queste rocce, formando il ghiaione caratteristico, sul quale camminerete per raggiungere la vetta. Armatevi solo di scarpe da trekking,  bottiglie di acqua e , se desiderate, snack e frutta. Durante il percorso difatti non abbiamo notato fontanelle o sorgenti.

Ci sono vari percorsi per raggiungere le Lame Rosse.
uno di questi è il sentiero N. 335 che inizia dalla diga di Fiastra, proprio quello che abbiamo fatto noi. L’itinerario è circa di 7 km, con un dislivello impegnativo nella parte finale, ma che comunque anche i principianti riescono a percorrere (pensate, ce l’ha fatta persino Veronica! 😛 ) .
Non abbiate paura, gran parte del sentiero è in lieve salita e in mezzo agli alberi quindi non accuserete la canicola o il calore.
In ogni caso, la fatica causata dalla camminata lungo la parte finale, dalla pendenza più elevata, è ripagata dallo spettacolo che vedrete una volta in cima.
Non lasciatevi impressionare da quello che scriviamo, è comunque un percorso fattibile, anche da ragazzi e da signori allenati… Sicuramente molto più di quanto lo sia Veronica! (“e fidatevi, se ci sono riuscita io….”).

Le Lame Rosse
Le Lame Rosse

Arrivati in cima, non fatevi sopraffare dalla fretta di tornare. Sedetevi sulla piccola scalinata davanti le Lame Rosse. Rifocillatevi con uno snack (noi per non farci mancare niente, abbiamo portato un pranzo al sacco a base di panini fatti con affettati tipici). Bevete molto. E… Chiudete gli occhi.
Se riuscite a godere di un buon silenzio, sentirete ogni tanto il rumore di un ciottolìo. Sono proprio i sassolini che dalle lame cadono sulla ghiaia ai loro piedi. E’ la magia della natura che cambia!

Ci raccomandiamo di avere rispetto massimo di questi luoghi:
Se possiamo ammirare il loro splendore così incontaminato, è proprio grazie all’attività della natura che lentamente, e nei millenni ha cambiato la conformazione di queste rocce. Non invadete questi paradisi, non gettate cartacce, non toccate né modificate ciò che vedete, nel rispetto della natura e del mondo che ci ospita e di cui non siamo padroni ma solo “abitanti di passaggio”.

Organizzate un’uscita con la vostra famiglia o i vostri amici.
Le Marche vi aspettano a cuore aperto.
Una volta visitato il nostro mondo ne rimarrete entusiasti! 🙂

Lago di Fiastra
Il Lago di Fiastra… E l’immancabile salsiccia cruda Marchigiana! 😀

 

Precedente Torta cuor di Fondente - per scaldarsi d'Inverno. Successivo Verdure Gratinate: ecco come farle perfette

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.