La stracciatella – la nostra ricetta della “zuppa” marchigiana

Come vi abbiamo spiegato tante volte, la cucina marchigiana ha mille varianti. Ogni ricetta cambia di famiglia in famiglia anche in maniera vistosa. Ma abbiamo notato, non con poco stupore, che ci sono dei “must” che si ripetono. Alcune abitudini sono le stesse, anche se poi ogni Vergara (donna di casa), ha la propria ricetta con il suo segreto.
Una di queste abitudini che abbiamo notato ripetersi, è il fatto che durante i giorni di festa, siano essi una semplice domenica o una festa comandata, il pranzo tipico segue un suo schema: si inizia difatti con un primo al cucchiaio (cappelletti in brodo, minestra reale o colorata, o stracciatella), si continua con il lesso (magari vitello tonnato, o normali carni di gallina e manzo e l’immancabile insalata russa ), si procede ancora con un primo sostanzioso (solitamente vincisgrassi o pasta arrotolata, ma anche tagliatelle al ragù o gnocchi con ragù di papera), per poi continuare con i secondi, i contorni ed i dolci.
Già, un pranzo che ha un quantitativo di calorie inimmaginabili, ma che rispetta pedissequamente ogni dettame della tradizione! 🙂

Oggi, in vista delle imminenti festività Natalizie, vogliamo farvi vedere come prepariamo la stracciatella nella nostra famiglia.
una minestra quasi impalpabile, fatta da uova, parmigiano e limone che ricorda la ricetta della minestra del paradiso dell’Artusi.
Prepararla è molto semplice e non vi nascondiamo che prepareremo questa stracciatella in occasione dei pranzi natalizi!
non vediamo l’ora!

stracciatella
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 3 l Brodo (meglio se di cappone o gallina, ma potete usare anche il brodo vegetale)
  • 4 Uova
  • 6 cucchiai Parmigiano reggiano
  • 1 pizzico Noce moscata
  • 1 spicchio limone (il succo)
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Per preparare la stracciatella dovete avere pronto del brodo.

  2. Non ci dilunghiamo sulla preparazione del brodo, ma ci teniamo a precisare che in occasione delle feste è buona norma disporre di un brodo di carne (meglio se di gallina o cappone)

  3. Ovviamente potete scegliere di cuocere la stracciatella in brodo vegetale, o di usare il dado per agevolare la preparazione.

  4. Noi preferiamo preparare il brodo di carne perchè rimane più saporito, ed i grassi della carne si mescolano ai liquidi di cottura.

  5. Preparare la stracciatella in realtà è semplicissimo.

  6. Su una ciotola abbastanza capiente, rompete le uova.

  7. Aggiungete il parmigiano, le gocce di limone, il sale e la noce moscata.

  8. Con una frusta amalgamate gli ingredienti in maniera da ottenere un composto omogeneo.

  9. Quando il brodo avrà raggiunto il bollore, versate il composto di uova, parmigiano e spezie al suo interno.

  10. Il trucco per una stracciatella dalla riuscita assicurata, è continuare a mescolare anche nel pentolone del brodo con la frusta, in maniera da avere degli straccetti di minestra quasi impalpabili.

  11. Il profumo della stracciatella irradierà presto tutta casa! 😀

  12. stracciatella

    Servite la stracciatella ancora bollente e… buon appetito!

Note

Se la nostra ricetta della stracciatella vi è piaciuta, mettete ” mi piace ” alla nostra Pagina facebook, e seguiteci su instagram!

Precedente Stoccafisso all'anconetana - la nostra ricetta di famiglia Successivo Insalata Russa - immancabile nei menù delle feste...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.