Crea sito

Le chiacchiere – dolce di Carnevale dai mille nomi

Dopo i tipici limoncini di Carnevale e gli scroccafusi marchigiani, non potevamo fermarci lì.
Tra i primi preparativi per il Carnevale ed i primi assaggi dei piatti da suggerirvi di san Valentino, siamo andati avanti con le preparazioni a tema. 😀
Ecco allora le nostre chiacchiere di Carnevale, nella ricetta dalla riuscita assicurata.
Che poi… mentre cucinavamo, ci stavamo chiedendo se ci fosse un dolce che avesse altrettanti nomi quanto questo.
Le abbiamo sentite chiamare chiacchiere, cenci, frappe, bugie, sfrappe… Voi come le chiamate? 😀
Questa ricetta è una delle più semplici, e la presenza del lievito consente una riuscita perfetta delle Chiacchiere di Carnevale.
Non dilunghiamoci oltre.
Prendete carta e penna e procedete con questa super ricetta!

Chiacchiere di Carnevale
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gfarina
  • 100 gzucchero a velo
  • 40 gburro
  • 3uova
  • 1 bustinavanillina
  • 1 bustinalievito per dolci

Ingredienti per la decorazione

  • q.b.alchermes
  • q.b.zucchero a velo

Strumenti

  • Spianatoia
  • Cucchiaio
  • Forchetta
  • Mattarello oppure Macchina per la pasta tipo “nonna papera” per delle chiacchiere sottilissime.
  • Rotella dentata
  • Colino
  • Schiumarola
  • Carta paglia
  • Pentola

Preparazione

  1. Per la preparazione delle nostre chiacchiere, iniziate facendo una fontana sulla spianatoia con la farina, al centro della quale romperete le uova e metterete lo zucchero. Noi siamo abituati ad usare la tradizionale spianatoia di legno che potrete trovare anche online.

  2. Nel frattempo lasciate sciogliere a bagnomaria il burro. Iniziate con una forchetta a mescolare il contenuto all’interno della fontana di farina, andando a raccogliere pian piano la farina dai bordi della fontana.

  3. Unite allora la vanillina, il lievito e, una volta sciolto, il burro.

  4. Il risultato da ottenere è quello di un composto compatto, senza grumi e liscio. Se non riuscite ad amalgamare l’impasto in questo modo, unite del latte in maniera graduale fino a raggiungere il risultato desiderato.

  5. Stendete allora la sfoglia e iniziate a tagliare con una rotellina a zig zag, o con un coltello, vari rettangolini di pasta. Noi utilizziamo questa rotella per la pasta poichè ci permette di scegliere se vogliamo i bordi frastagliati a zig zag oppure il taglio regolare liscio.

  6. Applicate un taglio al centro. Se volete dare una forma più arricciata alla chiacchiera, fate passare il bordo superiore della frappa all’interno del taglio e distendete.

  7. Friggetele in abbondante olio di semi bollente. Una volta giunte a doratura, sollevatele dall’olio con una schiumarola e poggiarele su un vassoio rivestito con la carta paglia.

    Frittura delle chiacchiere

  8. Una volta pronte, cospargetele con un colino di zucchero a velo, e se vi piace il liquore rosso, spruzzateci qualche goccia di Alchermes.
    Nelle Marche troverete l’Alchermes ovunque, negli alimentari e nei supermercati, ma se avete difficoltà a reperirlo, internet vi viene in soccorso!

    Il vostro banchetto di carnevale è ora pronto!

Le ricette tradizionali marchigiane di Carnevale sono tantissime! 😀
Non perdete le altre ricette della nostra infanzia! 😀
1) cicerchiata;
2) Limoncini;
3) Castagnole,
4) Castagnole ripiene;
5) zeppole;
6) sfrappe;
7) Scroccafusi Marchigiani;
8) Arancini

… E molte altre!
Chiacchiere di Carnevale (
Link con affiliazione presenti nell’articolo #adv

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da soffiodizefiro

Siamo Veronica e Carlo e da quando le nostre vite si sono unite abbiamo deciso di condividere le nostre avventure con il popolo del web. CONTATTI: [email protected] www.facebook.com/soffiodizefiro

Una risposta a “Le chiacchiere – dolce di Carnevale dai mille nomi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.