Urbisaglia e Fiastra – una giornata fuori porta nell’entroterra maceratese

In una calda giornata di giugno, quando ancora il sole scaldava ma non bruciava, abbiamo deciso di partire, improvvisando una sortita in un luogo non troppo lontano da casa, così da poter tornare in giornata, ma riuscendo comunque a godere delle bellezze che il territorio marchigiano ed i suoi borghi possono offrire.
La scelta è ricaduta, in questa occasione, su due mete: la cittadina di Urbisaglia e la Riserva Naturale dell’Abbadia di Fiastra.

Una giornata tra Fiastra ed Urbisaglia.
Una giornata tra Fiastra ed Urbisaglia.

Come ben sapete, siamo perfettamente convinti che le nostre amate Marche siano una regione tutta al plurale che può offrire ogni forma di intrattenimento, dall’escursionismo alla storia, dalla gastronomia alla natura. Per questo abbiamo deciso, nonostante nel territorio ci fossero proposte molto interessanti, di non soffermarci in un agriturismo o in un ristorante, soffermandoci in una norcineria lungo la strada.
Difatti, una volta in loco, abbiamo deciso di farci preparare un classico pranzo al sacco con panini e salumi prodotti nella zona. Pecorino, ciauscolo e porchetta. Una garanzia! 🙂
La scelta è ricaduta sulla Norcineria – La centrale del Gusto, lungo la strada per Urbisaglia, che sinceramente vi consigliamo a man bassa per la qualità di servizi e dei prodotti! 😀

Norcineria La Centrale Del Gusto, Urbisaglia
Norcineria La Centrale Del Gusto, Urbisaglia

Così, zaino in spalla, abbiamo goduto della bellezza naturale ed architettonica della Riserva Naturale dell’Abbadia di Fiastra, della struttura della Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, della cui presenza ringraziamo il lavoro dei monaci benedettini.

L'abbadia di Fiastra
L’Abbadia di Fiastra

E poi, immancabile, il giro nella cittadina di Urbisaglia a scoprire il suo borgo e la sua storia. Difatti abbiamo potuto ammirare la bellezza delle sue vie, delle sue architetture e la maestosità del mastio della sua rocca. A fondovalle, invece, ci siamo potuti immergere nella storia fino a circa due mila anni fa, quando la città di Urbisaglia si chiamava ancora Urbs Salvia….

Stemma di Urbisaglia
Stemma di Urbisaglia

Insomma, una città tutta da scoprire e che merita attenzione.
Nel nostro breve soggiorno abbiamo difatti avuto modo di confrontarci con i ragazzi della Pro Loco e con le guide turistiche, rendendoci conto che nella Urbisaglia sotterranea c’è ancora tanto, tanto e davvero tanto da scoprire e da scavare.
Il tutto con il fascino di un passato ancora vivo e che merita davvero di venire alla luce!
Ma aspettate… andiamo per ordine e leggete bene la nostra esperienza e il breve diario di viaggio…

 

Se vi è piaciuto il nostro articolo dedicato alla nostra giornata tra Urbisaglia e Fiastra, mettete “Mi Piace” alla nostra pagina facebook e seguiteci su instagram!

La nostra giornata tra Urbisaglia e Fiastra

Potrebbe interessarti anche…

Precedente Focacce morbide con fiocchi di patate - sofficissime! Successivo Riserva Naturale Abbadia di Fiastra – oasi di pace e tranquillità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.