Cosa vedere a Bayeux – On the Road in Normandia

Dopo Rouen, il nostro viaggio On the Road in Normandia continua verso Bayeux, salvo una brevissima sosta per sgranchirci le gambe a Pont l’Eveque.
Ma dunque… Cosa vedere a Bayeux, dove l’impatto medievale è fortissimo, nel nostro caso è stata un’ottima base funzionale per poter visitare le spiagge dello sbarco, a pochi km.
Una volta tornati in città, ecco che si continuava a camminare per le vie di Bayeux a scoprire le attrazioni di una delle città dove è maggiormente visibile l’impronta di Guglielmo il Conquistatore.
Ecco che vi raccontiamo qualcosa sulle principali attrazioni della città secondo la nostra esperienza.

Cosa vedere a Bayeux

  1. Cattedrale Notre Dame.
  2. Passeggiata per le vie della città vecchia
  3. Arazzo di Bayeux
  4. Museo Memoriale battaglia normandia
  5. Giardino botanico – giardini pubblici
  6. Conservatorio del pizzo
  7. Alcuni consigli

Cattedrale di Notre Dame

Cattedrale di Notre Dame di Bayeux
Cattedrale di Notre Dame di Bayeux

Consacrata nel 1077 alla presenza di Guglielmo il Conquistatore e sua moglie la Regina Mathilde, questa cattedrale è un esempio di architettura gotica normanna di grande impatto.
Nella cripta sotterranea, che merita una visita, potete vedere dipinti del XV secolo originali e ben conservati.
Proprio fuori dalla Chiesa, lungo un pratino che costeggia la navata laterale, potete notare un grande albero. Ebbene, proprio lui è uno degli ultimi Alberi della Libertà, ovvero uno di quegli alberi che il governo rivoluzionario del 1797 impose di piantare in ogni comune di Francia in simbolo di rinascita e libertà

Passeggiata per le vie della città vecchia

A differenza di altre città Normanne, Bayeux è stata una delle prime città ad essere liberate dagli alleati a seguito dello sbarco in Normandia, assieme a Sainte-Mère Èglise. Questo le ha permesso di sopravvivere ai bombardamenti lasciando miracolosamente intatto il centro storico, dalle ridotte dimensioni ma davvero caratteristico.
Il fiume Aure lo attraversa, pertanto potrete camminare su alcuni ponticelli e godere degli scorci sui mulini o sulle case tipiche tutto attorno. Tra queste, la casa più piccola di Francia, di recente ristrutturazione.

Arazzo di Bayeux

All’interno del Centro Guillaume-le-Conquérant di Bayeux potete vedere con i vostri occhi e di persona quello che avete sempre visto su TUTTI i libri di storia dei tempi della scuola: l’Arazzo di Bayeux.
Commissionato dal Vescovo Oddone, fratellastro di Guglielmo il Conquistatore, racconta l’invasione dell’Inghilterra dal punto di vista dei normanni.
Tale arazzo veniva annualmente esposto al popolo, in tutta la sua lunghezza, proprio per rendere questa storia accessibile a tutta la popolazione.
Insomma… 68 metri di tela dipinta e numerose scene che ti fanno immergere nella storia.
Consigliamo il supporto dell’audioguida, con raccomandazione di camminare costeggiando l’arazzo lungo il percorso guidato e tenendo la mano sulla ringhiera, per evitare che altri si intromettano tra voi ed il capolavoro. Così riuscirete a seguire passo passo la descrizione delle varie scene.
Informazioni sui biglietti ed orari: Clicca qui

Muso Memoriale della Battaglia di Normandia

Bayeux - Museo della battaglia di Normandia
Bayeux – Museo della battaglia di Normandia

Come già anticipato in premessa, Bayeux è stata una delle prime città ad essere liberate dai nazisti nel 1944. All’interno del museo vengono descritti i fatti salienti delle operazioni militari, raccontati attraverso l’esposizione di oggetti e attrezzature originali.

Una grande commozione ci prende quando leggiamo le cartoline che avvisavano la cittadinanza delle operazioni militari per permettere ai civili di mettersi in salvo in tempo, ed i formulari prestampati che permettevano ai soldati di comunicare in sicurezza con le loro famiglie.
Sul piazzale antistante potete vedere alcuni veicoli militari originali, mentre subito accanto al Museo della battaglia di Normandia ci sono altri due siti commemorativi ad ingresso gratuito:
– il Reporter Memorial, con una esposizione dedicata ai giornalisti di guerra che hanno perso la vita in tutto il mondo;
– Il British Military Cemetery che custodisce oltre 4000 tombe di soldati del Commonwealth

Museo della Battaglia di Normandia - Collage
Museo della Battaglia di Normandia – Collage

Giardino Botanico di Bayeux

Appena fuori dal centro cittadino di Bayeux si trova il Giardino Botanico, uno dei più famosi parchi paesaggistici della Normandia. Creato da due architetti francesi di origine svizzera, ci si può perdere tra i suoi sentieri e la sua superficie di quasi tre ettari.
Al suo interno potete ammirare un faggio piangente di ben 140 anni, davvero imponente, tanto da essere stato classificato nel 1932 come Monumento naturale.

Conservatorio del pizzo

Tra gli stabili della città vecchia vi potrà capitare di trovarvi di fronte al “Conservatoire de la Dentelle de Bayeux”, museo del pizzo di Bayeux.
Proprio in questa città, infatti, la tecnica del merletto vanta una storia di più di 300 anni, tanto da diventare una vera e propria industria da impiegare nel XIX secolo quasi 15mila merlettaie.
In questo museo potete vedere una esposizione puntuale di questo grande sapere artigianale con un unico obiettivo: tramandare questa tecnica tradizionale ai posteri.
Il Museo è piccolino, ve lo consigliamo se siete particolarmente interessati all’artigianato locale e se avete un po’ di tempo libero.

Alcuni consigli

Nella vostra valutazione di cosa vedere a Bayeux durante la vostra permanenza nella città, valutate il “Pass Bayeux Museums“.
Grazie a questo biglietto, puoi visitare in varie formule, i tre musei più famosi di Bayeux a prezzi vantaggiosi.
I tre musei in convenzione sono:

  • museo dell’arazzo di Bayeux,
  • Baron Gérard Museum (MAHB)
  • Museo memoriale della battaglia di Normandia

Nel nostro caso abbiamo scelto il biglietto cumulativo per visitare il Memoriale della battaglia ed il museo dell’Arazzo di Bayeux a prezzo decisamente convenzionato.
Inoltre con questo biglietto, non sarai vincolato a vedere tutti i musei nella stessa giornata, ma avrai anche della flessibilità oraria. Nel nostro caso abbiamo visto di sera il museo dell’Arazzo, e nel pomeriggio seguente quello dedicato alla Battaglia di Normandia. Comodo, economico e flessibile!


Se vi stanno piacendo i nostri viaggi ed i nostri racconti, seguiteci sul nostro Profilo facebook profilo instagram.  🙂

Link con affiliazione inseriti nell’articolo #adv


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

Pubblicato da soffiodizefiro

Siamo Veronica e Carlo e da quando le nostre vite si sono unite abbiamo deciso di condividere le nostre avventure con il popolo del web. CONTATTI: [email protected] www.facebook.com/soffiodizefiro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.