Cosa visitare a Rouen ed alcune chicche…

Rouen è stata la prima tappa del nostro splendido viaggio On the Road in Normandia.
Siamo arrivati in tarda sera del nostro primo giorno per un ritardo dovuto al maltempo ed abbiamo avuto modo di esplorarla già la sera stessa in notturna, e poi la mattina seguente. Le attrazioni principali sono nel centro cittadino ed il vantaggio di Rouen e delle sue compagne normanne è che sono visitabili in poco tempo.
Considerate di impegnare circa mezza giornata di tempo del vostro viaggio.
Ecco che vi raccontiamo cosa visitare a Rouen:

  1. Passeggiata attraverso le vie principali
  2. La Cattedrale di Notre Dame
  3. Historial Jeanne D’Arc – Museo di Storia Giovanna d’Arco
  4. Mercato di Place Sant Marc
  5. Aitre di Saint Maclou
  6. Gros Horloge
  7. Piazza del Vecchio Mercato
  8. Museo delle Belle Arti
  9. Museo Le Secq des Tournelles / Museo del Ferro battuto
  10. Qualche Consiglio

Passeggiata Attraverso le vie principali:

Rouen - la maison qui penche
Rouen – la maison qui penche

A piedi potete passeggiare attraverso Rue du Gros Horloge, Rue Saint Romain e Rue de Martainville.
Si tratta di un itinerario breve da fare a piedi che vi permetterà di costeggiare i principali monumenti della città, e godere di uno scorcio delle “Maison à Colombages” (case a graticcio) tra cui la caratteristica “Maison qui Penche”.
Passerete a fianco alle principali attrazioni e respirerete l’aria di Rouen. Prendetevi del tempo per leggere le varie iscrizioni sui vari monumenti: vi faranno capire cosa è successo in quegli edifici e quante pagine di storia sono state scritte in questi scorci.
Boulangerie e patisserie varie renderanno più golosa questa camminata.

La cattedrale di Notre Dame

Statua di Giovanna d'Arco all'interno della cattedrale di Rouen
Statua di Giovanna d’Arco all’interno della cattedrale di Rouen

Definita una delle più belle cattedrali europee, ed una volta lì, ci rendiamo conto del perché anche un pittore del calibro di Monet è riuscito a dipingere più di 30 quadri della sua facciata, tutte dalla stessa angolazione ma con esposizioni e condizioni metereologiche tutte diverse.
Spicca già dall’esterno la “Tour de Beurre”, torre del burro, chiamata così perché costruita con i proventi della tassa applicata a chi consumava burro durante i periodi di Quaresima.
Al suo interno custodisce il cuore di Riccardo cuor di Leone, ed una splendida e celeberrima cappellina con statua dedicata a Giovanna d’Arco.
Purtroppo, durante il nostro soggiorno un’ala della Cattedrale era sotto restauro.
Nelle serate estive potete gratuitamente assistere a delle serate a tema, con proiezioni 3d davvero ben fatte, lungo tutta la facciata.

Historial Jeanne D’Arc – Museo di Storia Giovanna D’Arco

Con moderne tecnologie e rappresentazioni potete qui scoprire la storia della Pulzella di Orléans, che proprio qui, a Rouen, venne processata per eresia e arsa al rogo.
Il Museo è monotematico è letteralmente un viaggio nella storia della patrona di Francia e un tributo al suo valore.
Informazioni su orari e biglietti: clicca qui

Mercato di Place Saint-Marc

Mercato di Rouen - cibo tipico
Mercato di Rouen – cibo tipico

Mercato cittadino al coperto davvero ricco di tipicità e sfiziosità. Qui abbiamo degustato alcuni cibi tipici e preso del formaggio e due tipologie di Pâtè Grand-Mère, un pasticcio di carne e spezie varie tipiche della Normandia, una baguette fresca fresca e… Il pranzo è subito servito!
Siate curiosi, le prelibatezze francesi meritano decisamente un assaggio!

Aitre di Saint Maclou:

Lungo Rue Martainville trovate questo Chiostro adibito nei secoli passati ad Ossario, sin dal periodo della Peste Nera. La struttura tutto attorno è stata progressivamente modificata nel corso degli anni, per accogliere le vittime della nuova epidemia del XVI secolo e, successivamente, addirittura per ospitare una scuola e l’Accademia delle belle arti.
Potete approfittare di una simpatica audioguida, soprattutto se avete dei bambini viaggiano con voi, dove due personaggi (il Guardiano del Cimitero ed il Gatto nero), vi accompagneranno a scoprire i segreti del luogo e delle sue decorazioni.
Infatti le travi a vista dei graticci delle gallerie sono tutte decorate da fregi a motivi macabri rappresentanti temi ben noti come la danza macabra e persino un gatto mummificato dalle origini ancora dubbie.
Una vera vittima dell’ossario oppure uno scherzo degli studenti dell’Accademia? Scopritene la storia!

10. Rouen Aitre saint maclou
10. Rouen Aitre saint maclou
Il Gatto di Saint Maclou
Il Gatto di Saint Maclou

Gros-Horloge

Continuando la passeggiata nel centro cittadino, vi troverete sicuramente davanti il Gros-Horloge, uno tra gli orologi astronomici più antichi d’Europa.
Se vi interessano i suoi meccanismi complessi potrete persino guardarli dall’interno, essendo aperto al pubblico.
Informazioni su orari e biglietti: clicca qui

Piazza del vecchio mercato

Oltrepassato il Gros Horloge e continuando, troverete la Piazza del Vecchio Mercato, (Place du Vieux Marché), storicamente molto importante perché è qui che il 30 maggio dell’anno 1431, Giovanna d’Arco fu bruciata viva dopo essere stata giudicata colpevole di eresia.
Al centro della piazza, proprio nel luogo dove Giovanna D’Arco è stata arsa viva, sorge una modernissima chiesa proprio a lei intitolata.

Museo delle Belle Arti:

Spostandosi verso l’esterno rispetto al centro cittadino, in una zona comunque raggiungibile agevolmente a piedi, se siete interessati potete visitare il “Museo delle Belle Arti”, voluto da Napoleone Bonaparte.
Il Museo è uno dei più completi di Francia e ospita più di ottomila opere di artisti celeberrimi come Rubens, Delacroix, Modigliani, Renoir, Monet.
Orgoglio tutto italiano, tra i quadri custoditi potete vedere la “Flagellazione” del Caravaggio.

Museo Le Secq des Tournelles / Museo del Ferro battuto:

Nei pressi del Museo delle Belle Arti, nella chiesa gotica Saint Laurent, potete visitare il Museo del Ferro Battuto: una collezione molto particolare e non troppo conosciuta o affollata che comprende oltre 12.000 oggetti in ferro battuto di ogni genere (chiavi e serrature, bigiotteria, strumenti chirurgici, strumenti da lavoro, etc.).

Qualche consiglio


Nei nostri viaggi siamo abituati a svegliarci presto la mattina ed iniziare sin da subito a macinare km.
Nel nostro on the road in Normandia abbiamo notato che le principali attrazioni aperte al pubblico non aprono prima delle 09.00 – 09.30 del mattino, per poi chiudere tendenzialmente alle 17.00.
Organizzate bene il giro in base alle vostre tappe, e sbrigatevi ad andare a cena. Di solito, infatti, dopo le 20.45 le cucine iniziano a chiudere!
Essendo arrivati tardi con l’aereo, dobbiamo ringraziare un ristorante etnico di Rouen se siamo riusciti a cenare la sera del nostro arrivo.
In compenso abbiamo mangiato pietanze arabe buonissime! 🙂

Prossima tappa di questo splendido viaggio in Normandia?
Verso Bayeux, passando per Pont L’Eveque! 😉

Il nostro On the Road in Normandia
Il nostro On the Road in Normandia

Se vi stanno piacendo i nostri viaggi ed i nostri racconti, seguiteci sul nostro Profilo facebook profilo instagram.  🙂

Link con affiliazione inseriti nell’articolo #adv


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

Pubblicato da soffiodizefiro

Siamo Veronica e Carlo e da quando le nostre vite si sono unite abbiamo deciso di condividere le nostre avventure con il popolo del web. CONTATTI: [email protected] www.facebook.com/soffiodizefiro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.