Pizza di Formaggio Marchigiana – la ricetta originale!

Questa ricetta della pizza di formaggio marchigiana non ha davvero bisogno di presentazioni! 😀 Difatti, chi ama le Marche e la nostra bella regione, sa bene che uno dei nostri piatti tipici è proprio la Pizza di Formaggio, una torta salata originariamente preparata nel periodo Pasquale ma che oggi è possibile gustare e mangiare in ogni periodo dell’anno. Anche qui, come per ogni ricetta tradizionale marchigiana, ogni famiglia ha la sua ricetta e la sua variante per renderla più o meno appetitosa.  Ed ovviamente… Ogni marchigiano pensa che la sua ricetta della pizza di formaggio marchigiana sia migliore di quella del suo vicino 😉 Noi, per non sbagliare, vi diamo la nostra ricetta di famiglia della pizza di formaggio, presa direttamente dal ricettario di famiglia, quella che per noi è la vera ed originale pizza di formaggio marchigiana.
Vi consigliamo di fare una bella scorta online di stampi usa e getta per la pizza di formaggio marchigiana. Già, perchè con la presente ricetta otterrete due pizzotte, e spesso è proprio usanza prepararne diverse, per regalarle ad amici e parenti. Lo stampo di carta usa e getta è perfetto per questo scopo! 🙂 Ma tranquilli, se ne trovano a bizzeffe nelle botteghe nostrane, o se proprio avete difficoltà, potete trovarli anche su amazon. E visto che, come per ogni ricetta che si rispetti, ci sono mille varianti, anche per questa ricetta tradizionale abbiamo pensato ad una variante gluten free, quella della nostra pizza di formaggio senza glutine. Ora però torniamo a noi…
Prendete carta e penna, e segnate tutti i dettagli della nostra ricetta della pizza di formaggio marchigiana, preparate a stupire parenti ed amici! 😀

  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni1 pizza grande o 2 medie
  • CucinaItaliana
352,03 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 352,03 (Kcal)
  • Carboidrati 38,33 (g) di cui Zuccheri 2,31 (g)
  • Proteine 16,94 (g)
  • Grassi 15,49 (g) di cui saturi 7,43 (g)di cui insaturi 2,42 (g)
  • Fibre 1,59 (g)
  • Sodio 1.756,24 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 120 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 4Uova
  • 150 mlLatte
  • 3 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 100 gParmigiano reggiano (grattugiato)
  • 100 gpecorino (grattugiato)
  • 500 gFarina 00
  • 1 bustinaLievito di birra secco (o un cubetto di fresco)
  • 2 cucchiainiSale
  • 1 cucchiainoZucchero
  • 1 cucchiainonoce moscata
  • 100 gpecorino (a cubetti)
  • 1 cucchiainoPepe nero

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Forchetta
  • Impastatrice modello planetaria – facoltativa
  • Macchina per il pane – facoltativa
  • Stampo
  • Carta forno
  • Coltello

Preparazione

  1. Per preparare la Pizza di Formaggio Marchigiana, iniziate rompendo le uova in una ciotola molto ampia.

  2. Aggiungete latte ed olio e mescolate il tutto con una forchetta o con una frusta.

  3. Aggiungete a questa ciotola, la farina ed il lievito di birra secco.

  4. Impastate tra di loro questi ingredienti ed amalgamateli bene. Potete aiutarvi anche con una planetaria o con la funzione “impasto” della macchina del pane.

  5. Solo quando questi ingredienti saranno ben amalgamati tra di loro aggiungete il sale, lo zucchero, il pepe e la noce moscata.

  6. Aggiungete ad ultimo il pecorino e il parmigiano grattugiato, e se necessario, spostatevi ad impastare su un piano di lavoro ben infarinato.

  7. Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati tra di loro e avrete una palla unica di impasto, lasciatelo lievitare per circa due ore o comunque fino a raddoppio, nella ciotola in ambiente caldo ed umido.

  8. Trascorso questo tempo, o comunque quando l’impasto sarà raddoppiato, spostate il nostro impasto sulla teglia dove lo cuocerete.

  9. Se usate uno stampo usa e getta, simili a quelli che di solito si usano per il panettone o per il panettone gastronomico, non avrete problemi. Se invece usate una tortiera tonda, rivestitela di carta forno, oppure ungetela e spolveratela con del pan grattato.

  10. Tagliate a cubetti o listarelle grossolane il pecorino fresco e inseritelo verticalmente nell’impasto in più punti. Durante la cottura fonderà e creerà i caratteristici buchi della nostra pizza di formaggio marchigiana.

  11. Lasciate lievitare per un’altro paio d’ore, trascorse le quali potrete procedere alla cottura.

  12. Cuocete la nostra pizza di formaggio marchigiana a 160° per circa un’ora in forno ventilato.

  13. Verificate la cottura della Pizza di Formaggio Marchigiana con la solita e famosa prova stecchino.

  14. Se non sarà ancora cotta a puntino, prolungate la cottura per una decina di minuti…
    Buon appetito 😀

E se avanza la pizza di formaggio?

  1. E se vi piace… Provate anche la pizza dolce di pasqua marchigiana!

  2. cosa fare con la pizza di formaggio avanzata

Note

Link con affiliazioni presenti nell’articolo #adv

3,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da soffiodizefiro

Siamo Veronica e Carlo e da quando le nostre vite si sono unite abbiamo deciso di condividere le nostre avventure con il popolo del web. CONTATTI: [email protected] www.facebook.com/soffiodizefiro

32 Risposte a “Pizza di Formaggio Marchigiana – la ricetta originale!”

  1. ciao! proverò oggi la vostra pizza di formaggio e non vedo l’ora perchè solo dalla foto sembra molto appetitosa!! un’unica domanda..se dovessi usare il lievito di birra fresco e non secco, dove lo sciolgo? nel latte prima di mettere la farina o tengo una parte di latte per sciogliere il lievito e lo inserisco mentre metto la farina?

    1. Ciao Michela e ben trovata! 🙂 grazie per averci scritto! 😀
      se usi il lievito di birra fresco, puoi scioglierlo nel latte oppure sbriciolarlo nella farina.
      quando impasterai verrà inglobato nella farina ed incordato nella massa dell’impasto 🙂
      Facci sapere poi se ti è piaciuta! <3
      Buona pasqua! 🙂

  2. Ciao, oggi ho provato la pizza al formaggio ed è ottima. Sono alla ricerca di una ricetta collaudata di pizza dolce pasquale marchigiana con glassa e zuccherini sopra e dentro canditi….mia nonna la faceva sempre e io non riesco a riprodurla. Grazie

    1. Cara Silvia innanzitutto grazie per le belle parole e per averci dato fiducia con la pizza di formaggio!
      Per quanto riguarda la pizza dolce, anche noi siamo alla ricerca di una ricetta che ci ispiri ma per ora non ci siamo riusciti. Ci teniamo a consigliarvi ricette dalla buona resa! Ma non ci fermiamo qui e contiamo presto di darti una ricetta affidabile!

  3. Buongiorno carissima.
    Sono arrivata x caso sulla tua ricetta della pizza al formaggio….ottimoieri e stata gradita da tutto noi…
    Buona e ben sapirita….Da rifare sicuramente per congelare. …bravissima …..Buona Pasquetta. …

  4. Ciao, grazie per le fantastiche ricette che pubblicate, mi fanno sentire meno la mancanza di casa! Posso dare un suggerimento? Ho notato che nelle ricette in inglese traducete Il ‘Parmigiano reggiano’ come ‘parmesan’. Il Parmigiano reggiano in quanto prodotto protetto non richiede traduzione. All’estero si trova il parmigiano reggiano originale e importato dall’Italia e anche iI ‘parmesan’ che invece e’ un’imitazione del prodotto italiano, di dubbia qualita’ e origine. Secondo me indicando il ‘parmesan’ nelle ricette italiane si promuove l’uso delle imitiazioni. Grazie

    1. Ciao Jessica, Grazie mille per il segno del tuo passaggio! 😀
      Ci fa molto piacere leggere le tue parole ed i tuoi consigli!
      Tuttavia, per la traduzione, non siamo noi a farla. E’ un plugin che ricorre a google traduttore per fornire le traduzioni in base al paese di origine del lettore e quindi spesso, è impreciso.
      Cercheremo di evitare queste imprecisioni in futuro.
      Grazie mille 🙂

    1. Ciao Massimiliano!!
      Ti ringraziamo profondamente per il tuo commento. Ci fa molto piacere sapere che la nostra ricetta vi sia piaciuta!
      Spero che continuerai a seguirci!
      Ti auguriamo buona giornata!
      A presto
      Veronica e Carlo,
      Il soffio di Zefiro

    1. ciao Federica, noi usiamo questo impasto per fare una pizza di formaggio grande (nello stampo da torta tradizionale), oppure per farne due di medie dimensioni, come quelle che trovi nei supermercati o nei panifici, utilizzando due tortiere più piccole.
      Grazie per averci scritto e facci sapere se ti piace.
      Buona Pasqua! 🙂

    1. Ciao Federica, con queste dosi viene o una pizza grande, nello stampo tradizionale per torte, oppure se preferisci, due pizze di media dimensione. 🙂
      Dipende quanto siete golosi 😉

  5. Nessun vero marchigiano mette il pepe nella pizza… Lo mette ci vuol risparmiare sul pecorino… Più l Emmental ma siete fuori??? Nella pizza ci va pecorino e basta ..

    1. Stefi, grazie per averci scritto. Perchè però con tanta aggressività?
      La ricetta che abbiamo scritto è quella della nostra famiglia, e che portiamo avanti con, almeno sembra, discreto successo.
      Ti assicuriamo che siamo marchigiani veri, ma quella che scriviamo è, umilmente, la nostra ricetta per una pizza di formaggio.
      Se non ti piace, o se ne hai una di famiglia che reputi migliore, non seguire la nostra, ma almeno, evita critiche così dure. Dopotutto siamo sempre aperti al confronto tra ricette differenti, e le nostre pubblicazioni non hanno pretesa di assolutezza, anzi.
      Ti auguriamo buona giornata! 🙂

    2. Ma come si fa a dire che nessun vero marchigiano mette il pepe nella pizza di formaggio? Anzi, senza pepe, non è una pizza di formaggio marchigiana! Mi ricordo da piccolo, quindi a metà anni settanta, che se la pizza non era “nera” di pepe, non era venuta bene…figuriamoci non mettendocelo proprio…Probabilmente senza pepe è piu’ una versione umbra, dove mi è capitato piu’ volte di mangiarla e ne era sempre sprovvista, perdendo così qualsiasi confronto con la “nostra”.

      1. Grazie per il tuo commento Cristian. Come ripetiamo sempre, quando si tratta di ricette di famiglia o della tradizione, ognuno ha la sua versione e condividiamo con piacere la nostra, liberi di confrontarci con le vostre 😀
        Spesso, quando capita che il formaggio non sia ben stagionato o meno saporito, anzi, aggiungiamo molta noce moscata oltre al pepe.. Aiuta molto a dare la “spinta” 😉
        a prescindere da tutto.. a noi pure piace bella pepata! 😀

        1. Posso garantire che il pepe va messo e tanto! E’ pur vero che già a pochi chilometri di distanza trovi variazioni alla Pizza di Pasqua ma non per questo occorre allarmarsi…
          La proverò e poi vi saprò ridire.

          1. Grazie mille per il tuo contributo 😀 Anche noi siamo soliti aggiungere il pepe (la adoriamo saporita), ma molti preferiscono una versione meno speziata… Poi ovvio, ognuno ha la sua variante, sicuramente buona e sicuramente da assaggiare! 😀

  6. Quella che ho sempre mangiato io si fa con lo stampo di coccio e ha la forma di un fungo e sul fondo ha anche dei gran pezzo di pecorino fuso….. una meraviglia!!!

    1. Ciao Romina, noi non l’abbiamo mai provata con il lievito madre. ti suggeriamo di provare così però:
      – ridurre la farina a 350 grammi
      – usare 150 grammi di lievito madre
      – ridurre il latte a 125
      ovviamente cambierà anche il tempo di lievitazione che sarà più lungo.
      Provaci magari, e facci sapere.
      Ti facciamo tanti auguri di buona Pasqua ! 😀

      1. se c’è “Emmental” non è MARCHIGIANA, in quella tipica solo grana e pecorino, le nostre nonne che la facevano 100 e più anni fa, non sapevano neanche esistesse il formaggio Emmental, La grana invece entrò nella tradizione solo nella Marca alta, vedi Montefeltro, perché a ridosso della Romagna. la vera Marchigiana ha solo il pecorino stagionato e gruatuggiato.

        1. Quello che dici è assolutamente vero.
          Quella che noi abbiamo condiviso è la versione che siamo abituati a fare in casa, e ti assicuriamo che è comunque buonissima e sempre apprezzata 🙂 Anzi, ti invitiamo a provare la nostra variante 🙂

          1. Anche mia nonna, della
            provincia di Ancona, la faceva con pecorino e parmigiano e per gli “occhi” utilizzava emmental e pecorino . Sicuramente ogni famiglia ha la sua ricetta e tutte saranno ugualmente vere, ugualmente valide e ugualmente buone!

          2. Grazie Serena! <3
            il bello delle ricette di famiglia è proprio che ognuno ha la sua versione senza necessità di essere migliore delle altre, noi la condividiamo proprio con questo spirito, senza presunzione di assolutezza. L'emmenthal infatti, da noi serve proprio per fare i famosi "buchi" del formaggio, visto che la sua pasta permette di fondere e lasciare quelli che tu chiami occhi.
            Grazie per averci scritto e per seguirci! :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.