Crea sito

Alhambra e Generalife – patrimonio dell’Unesco a Granada

Nel vostro tour in Andalusia e più in generale nella città di Granada, non perdetevi assolutamente la visita al complesso dell’Alhambra e del Generalife. Avrete modo di visitare uno dei monumenti di arte araba più importanti e magnificenti al mondo! 🙂

L'Alhambra vista dal Sacromonte
L’Alhambra vista dal Sacromonte

Sapendo che l’affluenza al complesso dell’Alhambra e del Generalife è sempre abbondante e le cose sono spesso lunghe, abbiamo deciso di optare per questa strategia. Abbiamo prenotato in quest’ordine:
1) i voli di andata e ritorno;
2) i biglietti per l’ingresso all’Alhambra;
3) pernottamenti e varie ed eventuali.

Già perché non avremmo sopportato di fare un bel on the road in Andalusia senza visitare questo complesso. Consigliamo a voi di fare la stessa cosa!

Persino i sovrani cattolici Fernando ed Isabella di Castiglia si resero conto dell’unicità e magnificenza di questo luogo tanto che la dichiarano Palazzo Reale, permettendo che potesse sopravvivere al tempo.
Per raggiungere l’ingresso dell’Alhambra, abbiamo preso un taxi dal centro di Granada.

Il costo era di 5 euro a tratta, e la comodità di raggiungere questo posto in pochi minuti li ha valsi tutti! 🙂
Una volta giunti presso il luogo, abbiamo mostrato una stampata dei nostri biglietti agli incaricati del luogo.

Ci hanno fornito una mappa del luogo con tutte le spiegazioni del percorso da seguire.

Patio de los Leones, Alhambra, Granada
Patio de los Leones, Alhambra, Granada


Potete scegliere se prenotare anche il servizio di audioguida, che vi accompagnerà attrazione per attrazione durante tutto il percorso.

Noi ne abbiamo approfittato: le cose da vedere nel complesso dell’Alhambra e del Generalife sono tante, ed ognuna merita attenzione.

Senza audioguida, ad esempio, non avremmo notato molti dettagli di questa magnificente struttura, come il motto “Plus Ultre“, voluto da Carlo V che racchiude in sé il mito delle colonne d’Ercole, che potete trovare iscritto nelle parete decorate a maioliche.

Dettagli dell'Alhambra
Dettagli dell’Alhambra


L’Alcazaba, ad esempio, è la zona militare della fortezza con la sua roccaforte, utilizzata per proteggere le residenze ed il loro interno. Noterete subito la presenza di una torre, denominata Torre de la Vela. Salite fino alla sua cima e godetevi il panorama.

Vista su Granada dalla Torre de la Vela, Alcazaba, Alhambra
Vista su Granada dalla Torre de la Vela, Alcazaba, Alhambra

Presso la Medina potete trovare le dimore dei nobili, compreso il Palacio de Comares e il Palacio de Los Leones, con il suo patio e la sua celebra fontana con i dodici leoni.


All’interno dell’Alhambra troverete un palazzo rinascimentale costruito da re Carlo V, ora sede del Museo della Belle Arti.
Passeggiate tra i giardini del Generalife: proprio tra questi giardini arabi i sultani passeggiavano e trovavano riposo e ristoro. Non è difficile da immaginare, immersi in questa natura, si appagano tutti i sensi.

Ogni angolo dell’Alhambra merita una foto, tra maioliche, iscrizioni, incisioni sul gesso, ed elementi naturalistici. Pensate… All’interno di una stanza vicino al Palacio de Los Leones, ad esempio, potete notare una cupola svettare sopra le vostre teste.

Le incisioni in gesso la decorano in maniera caratteristica. Ancora, prestando un po’ di attenzione, è possibile vedere il colore originario del gesso dipinto.
Attorno alla base della cupola, vedrete tutte finestrelle. Neanche loro sono casuali, né servivano solamente per far penetrare la luce.

La loro disposizione tutta attorno alla cupola serviva per dare impressione che il tetto galleggiasse su quel basamento. Da perdere la testa! Di una bellezza sconvolgente!

Cupola del Palacio de Los Leones
Cupola del Palacio de Los Leones

Ecco Granada, secondo i nostri occhi:
– la città di Granada;
– Albayzin, il quartiere arabo;
Sacromonte e le cuevas.


Se vi stanno piacendo i nostri viaggi ed i nostri racconti, seguiteci sul nostro Profilo facebook profilo instagram.  🙂

Pubblicato da soffiodizefiro

Siamo Veronica e Carlo e da quando le nostre vite si sono unite abbiamo deciso di condividere le nostre avventure con il popolo del web. CONTATTI: [email protected] www.facebook.com/soffiodizefiro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.