Philadelphia fatto in casa

Quando ci è capitata tra le mani questa ricetta non credevamo che fare un formaggio fatto in casa (simile al Philadelphia) potesse essere così facile! E invece ci siamo dovuti ricredere. Sarà che noi amiamo il formaggio spalmabile.. Ci prepariamo delle mousse, lo usiamo per alleggerire il frosting dei cupcakes, lo gustiamo semplicemente spalmato sul pane, e questa ricetta sarebbe stata perfetta per il nostro palato!
inoltre, preparando per un aperitivo dei muffin al formaggio, questo formaggio può essere decisamente il tocco di classe che renderà la vostra tavola speciale. Avrete bisogno solo di 2 ingredienti, e di una notte a disposizione. 😀 Seguite le nostre indicazioni!

philadelphia 2

Ingredienti:
– 1 kg di yogurt greco
– 1 cucchiaio raso di sale

Prendete un barattolo da un chilo di yogurt greco, versate al suo interno un cucchiaio di sale e mescolate con energia finchè il tutto non sarà ben amalgamato. Prendete allora una fuscella per formaggio oppure un setaccio da farina. Se non avete nessuno di questi, va benissimo anche uno di quei cestelli per lavare l’insalata.
Coprite l’interno della ciotola con un panno di lino bianco.
versate al suo interno lo yogurt che avete precedentemente mescolato con il sale.
Chiudete il fagottino e lasciate colare per una notte intera (di media 12-14 ore) lo yogurt. Durante questo lasso di tempo riponete il tutto nel frigo per facilitare il processo.
Mettete una ciotola o un piatto o una gratella sotto il setaccio, visto che durante la notte colerà del siero, dovuto alla trasformazione in formaggio del vostro yogurt.

philadelphia

Consigli: A piacere potete ovviamente scegliere di unire allo yogurt greco delle olive, del salmone affumicato (frullato), erbe cipollina o qualsiasi spezia desideriate. Avrete un formaggio spalmabile simile al philadelphia di prima qualità e fatto in casa 😀

Precedente Brioche per la colazione Successivo Gelee di Yogurt

4 commenti su “Philadelphia fatto in casa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.